Enzo Avitabile e Peppe Servillo – Il Coraggio di ogni giorno

Scrivo la mia vita
tracce sulle pietre
ed ho gli stessi occhi
di Scampia
accetto il mio dolore
è il prezzo da pagare
per stringere le mani

io no
io non mi sono mai
sentito così vivo
non domandarmi
come mai
così
così lontano e
vicino al mondo
al suo coraggio

il coraggio di ogni giorno
questa è la mia storia
anni come pietre
che scorrono veloci
nel mio sangue rapido
terra scura e fertile
stella mia stella sempre
sposa e sorella coprimi
di nuvole e trapunte di sogni

io no
io non mi sono mai
sentito così vivo
non domandarmi
come mai
così
così lontano e
vicino al mondo
al suo coraggio

il coraggio di ogni giorno

lauda lu mare e tienete a terra
luce fa juornuo e’ sera
lauda lu mare e tienete a terra
luce fa juornuo e’ sera