Frase di: Giuseppe Verdi – n° 4

Si rinunci per moda, per smania di novità, per affettazione di scienza, si rinneghi l’arte nostra, il nostro istinto, quel nostro fare sicuro spontaneo naturale sensibile abbagliante di luce, è assurdo e stupido.
Un dì felice, eterea / Mi balenaste innante, / E da quel dì tremante / Vissi d’ignoto amor. / Di quell’amor ch’è l’anima / Dell’universo intero / Misterioso, altero. / Croce e delizia al cor.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *