Frase di: Primo Levi – n° 32